In questa sezione del sito tratterò di argomenti quali il benessere, la salute mentale e i meccanismi mentali di persone provenienti da background culturali e religiosi differenti.

Le migrazioni sono realtà fatte di persone che portano con sé aspettative e approcci differenti. Difatti, il benessere viene percepito in maniera diversa a seconda del background culturale, religioso ed educativo del migrante.

La migrazione è, nel suo concetto primario, ricerca di un miglioramento della qualità della vita. Essa inizia come esperienza ricca di aspettative, di preconcetti positivi e negativi e di sogni. Col passare del tempo, però, questi elementi  arrivano spesso a scontrarsi con una realtà inaspettata che entra in conflitto con le idee e gli investimenti materiali ed emotivi della persona migrante. Il risultato è un’influenza negativa sul benessere e, in alcuni casi, della salute mentale dell’individuo.

Infine, in questa sezione, viene dato un focus particolare alla relazione tra salute mentale e religione degli arabi musulmani praticanti e la percezione di salute mentale tradizionale.

Per contattarmi

La salute mentale e la sua concezione nell'Islam tradizionale

Quando pensiamo alle migrazioni dobbiamo tener conto della cultura d’origine della persona e del modo in cui essa influenza le problematiche che l’individuo potrebbe incontrare nel raggiungimento del proprio benessere. L’Islam tradizionale dei Paesi arabi ha una forte influenza sulle cure proposte per mantenere la salute mentale dell’individuo.

Pazienti musulmani e depressione. Una revisione della letteratura scientifica

L’articolo “Interventions for treating depression in Muslim patients: a systematic review” contiene una ricerca effettuata sulla letteratura legata ai temi della cura di pazienti musulmani.
In esso, gli autori hanno analizzato 25 articoli presi da riviste scientifiche.